Chiesa di Santa Maria Maddalena (Brandico)

Diocesi di Brescia - chiesa parrocchiale - Lombardia

Brandico - Via IV Novembre 5 - BS - 25030

030/975204

Le informazioni riportate, in tutto o in parte, sono riprese da BeWeb, la banca dati dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI , implementata dalle diocesi e dagli istituti culturali che hanno concluso il rilevamento e la descrizione del patrimonio sul proprio territorio. Quanto pubblicato è da intendersi work in progress e pertanto non esente da eventuali suggerimenti per essere migliorato e reso più efficace.

XI – Una prima bonifica del ter­ritorio venne condotta dal priorato cluniacense di Ognato grazie alla donazione di appezzamenti di terreno da parte del canonico Ottone Sala al monastero di Ponti da nel 1087. Tale priorato con i monaci benedettini che mandò in queste terre, si presume possa aver intitolato l’antica pieve a Santa Maria Maddalena.
XIV – Fu pieve rurale molto più vasta, fino al sec. XIV, dell’attuale territorio comunale di Brandico. I suoi confini comprendevano anche il territorio delle attuali parrocchie e comu­ni di Longhena, Frontignano, Bargnano, Meano e Corzano. Faceva parte del sistema del pievato della bassa bresciana con quelle finitime di Azzano (Pievedizio), Lograto, Trenzano, Corticelle e Dello.
1592 – Nel 1592 la vecchia pieve si presentava con diverse criticità, per cui vennero approntati dei lavori di demolizione e ricostruzione che durarono alcuni anni,fino al 1594, tanto che nelle visite pastorali di fine XVI secolo si chiede di ultimare con la costruzione della parrocchiale.
1826 – La chiesa fu completamente restaurata agli inizi dell’800 per intervento dell’Arciprete Carlo Francesco Marini e consacrata nel 1826 dal vescovo mons. Nava.
1926 – Nel 1926 la chiesa venne arricchita, dall’arciprete Stefano Codenotti, di nuovi alta­ri, del pavimento e di un gruppo statuario raffigurante il Crocifisso, la Madonna, la Maria Maddalena e S. Giovanni
XXI – Nei primi anni ’90, viene approntato tutto l’apparato decorativo interno, e vengono introdotte tinte più calde rispetto a quelle preesistenti bianche o lasciate a scialbo.

Nei dintorni

Mairano - P.zza Marconi 1 - BS - 25030
Mairano - Via Mazzini 12 - BS - 25030
Maclodio - Via Rudiana 13 - BS - 25030
Chiesa di Sant’Andrea Apostolo (Mairano)
Mairano - P.zza Marconi 1 - BS - 25030
Chiesa di Sant’Antonio Abate (Pievedizio, Mairano)
Mairano - Via Mazzini 12 - BS - 25030
Chiesa di San Zenone Vescovo (Maclodio)
Maclodio - Via Rudiana 13 - BS - 25030