Chiesa della Natività della Beata Vergine Maria (Castelnuovo Bocca d’Adda)

Diocesi di Lodi - chiesa parrocchiale - Lombardia

Castelnuovo Bocca d'Adda - LO - 26843

0377/60606

Approfondimenti su BeWeb

1200 – Nell’anno 1261 la chiesa di S.Maria Castri novi de Boca Adue pagò denari 4 di taglia imposta dal notaio Guala, legato del papa, al clero lodigiano: all’epoca Castelnuovo era nella plebe “de Roncarolo”. Questo dimostra che Castelnuovo e Roncarolo non erano un luogo solo ma due luoghi differenti, forse vicini: il primo nel fiore della sua esistenza, il secondo in decadenza ed in fase di assorbimento da parte di Castelnuovo.
1400 – Il 14 luglio 1471 il Vescovo di Lodi Carlo Pallavicino, con imponente cerimonia, consacrava la “chiesa maggiore”.
1500 – Nel 1555 Camillo Stanga, acquirente del feudo di Castelnuovo, fece erigere una nuova cappella a pianta ottagonale con cupola nascosta dal tiburio: nel 1561 doveva essere già terminata in quanto vi fu sepolto. Questa cappella è l’unica parte rimanente dell’antica chiesa parrocchiale, ricostruita nel Settecento.
1700 – L’attuale chiesa prepositurale venne eretta nel sue forme attuali nel 1759-1760 sulla precedente struttura Quattrocentesca, passando da uno stile romanico a cassettoni ad uno stile rinascimentale.
1700 – Nel 1767 venne realizzato, ad intarsio con diverse qualità di marmi, l’altare maggiore: venne commissionato a Giuseppe Giudici di Cremona su disegno di Carlo Nava. Nel coro si conservano eleganti stalli Settecenteschi e tre importanti dipinti di scuola cremonese della fine del XVI secolo rappresentanti la Natività, la Nascita della Vergine e la Deposizione nel sepolcro.
1700 – Nel 1774 viene costruita la quinta cappella a destra, dedicata a S.Giuseppe: costituisce un corpo a sé, autonomo dalla chiesa, forse per simmetria con la Cappella Stanga che le sta di fronte.
1800 – Nel 1853 viene costruito il campanile e nel 1895 è stato rinnovato l’impianto campanario!
1900 – Nel 1901 Cesare Zanza di Treviolo realizzò il pulpito assemblando i telamoni provenienti da un pulpito distrutto di origine bergamasca.
Nel 1964 viene restaurata la facciata della chiesa: vengono rispettate le linee architettoniche Settecentesche, alterando tuttavia i rapporti cromatici per l’utilizzo di materiale moderni e pesanti.
Nel 1965 veniva installato il primo riscaldamento ad aria.
Nel 1976 furono restaurate le volte, eseguite nuove vetrate, riaperte due finestre sopra le vecchie cantorie, rifatti gli archi a stucco, ripulito il sottotetto e riparata la cappella Stanga.
Nel 2001 è stato rifatto il tetto della chiesa.
Nel 2006 è stato messo a norma l’impianto elettrico e nello stesso anno è stato rifatto l’impianto di riscaldamento, installando i pannelli radianti.
Nel 2016 è stata messa in sicurezza la facciata della chiesa, la cui stabilità era stata compromessa con il sisma del 2012 a seguito dell’appesantimento della stessa con l’intervento fatto nel 1964.

Nei dintorni

Cremona - Via Milano, 5 - CR - 26100
Cremona - Via Realdo Colombo - CR - 26100
Cremona - Via Cesare Speciano - CR - 26100
Cremona - Via Brescia, 131 - CR - 26100
Cremona - Via Fratelli d'Italia - CR - 26100
Chiesa di Santa Maria Immacolata (Cremona)
Cremona - Via Milano, 5 - CR - 26100
Chiesa di Santa Maria Maddalena (Cremona)
Cremona - Via Realdo Colombo - CR - 26100
Chiesa di San Gregorio (Cremona)
Cremona - Via Cesare Speciano - CR - 26100
Chiesa di San Bernardo (Cremona)
Cremona - Via Brescia, 131 - CR - 26100
Chiesa di Santa Maria Annunciata (Boschetto, Cremona)
Cremona - Via Fratelli d'Italia - CR - 26100