Chiesa dei Santi Nazzaro e Celso (Andrista, Cevo)

Diocesi di Brescia - chiesa sussidiaria - Lombardia

Cevo - BS - 25040

0364/630374

Approfondimenti su BeWeb

1280 – la prima testimonianza scritta di una chiesa intitolata ai santi Nazzaro e Celso è conservata nell’archivio parrocchiale di Cevo e testimonia un affitto dovuto a detta chiesa nel 1280. La chiesa non presenta attualmente tracce visibili di costruzioni duecentesche, per cui è ipotizzabile una chiesa preesistente all’attuale.
1489 – Sulla facciata è leggibile un’iscrizione su marmo bianco di Vezza recante la data 1489. L’iscrizione riporta i Cristogrammi IHS e XPS e potrebbe riferirsi ad una profonda ristrutturazione della chiesa.
1536 – LA data 1536 corrisponde all’ultimo anno di permanenza della sede parrocchiale della Val Saviore in San Nazzaro e Celso. in seguito la Parrocchiale diventa San Vigilio a Cevo
1593 – la chiesa diventa sede di Vicaria.Il Rettore di Andrista,
come Vicario Foraneo, controllerà le chiese di Sellero (San
Desiderio, cui è soggetta S. Giacomo di Novelle), Saviore (San
Giovanni Battista, da cui dipende S. Maria di Ponte), Valle (San
Bernardino), Cedegolo (S. Gerolamo), Paisco (S. Paterio, da cui
dipende l’oratorio di S. Antonio a Loveno), Grevo (S. Filastrio),
Berzo (S. Eusebio, nel cui territorio si trovano S. Zenone di
Demo e S. Maria di Monte), Cevo (S. Vigilio) e Andrista (SS.
Nazaro e Celso).
1602 – LA Vicaria passa da
Andrista a Cevo, al cui Vicariato sottostanno le parrocchie di
Cevo (San Vigilio, SS. Nazaro e Celso vecchia parrocchiale di
Andrista), Paspardo (S. Gaudenzio), Sellero (S. Desiderio, San
Giacomo), Grevo (S. Filastrio), Cedegolo (S.Gerolamo, annessa
alla parrocchiale di Grevo), Saviore (S. Giovanni Battista, San
Bernardino di Valle).
1653 – sull’architrave in granito della porta d’accesso al campanile vi è la data 1653, riferibile alla costruzione dell’intera torre. Le caratteristiche costruttive sono infatti omogenee e identiche per dimensioni forma e tecniche alla cella campanaria della chiesa di San Lorenzo a Berzo Inferiore e alle porzioni ricostruite nel 1655 del campanile dell’eremo di Bienno
1672 – nella relazione a
margine della visita pastorale del Vescovo mons. G. Giorgi del
1672, il parroco don Gio Battista
Sisti, scrive: “In questa parrocchia di Cevo vi sono i seguenti
oratori: l’oratorio di S. Sisto fuori dal paese e l’oratorio o
chiesa dei SS. Nazario e Celso. Questa, anticamente era la
chiesa parrocchiale, ma, per decreto di S. Carlo, fu trasferita la
cura e la residenza a quella di S. Vigilio; le bolle però si levano
sotto il titolo dei SS. Nazario e Celso”.
1739 – 1739 si ha l’inaugurazione ufficiale della nuova chiesa di Andrsta: l’Eucarestia con una
solenne processione è trasportata nella nuova chiesa.
Così la chiesa di S. Nazaro diventa “cimiteriale”, mentre quella
del Carmine è ormai la chiesa “curaziale”.
1980 – Viene realizzata trincea drenante intorno all’edificio e rifatto il tetto con copertura in lastre di ardesia.
1914 – Nel 1914 il parroco don Gibriano Bertocchi fa presente che “La chiesa di S. Sisto, nella quale sia il parroco che il cappellano celebrano messa e vi si fanno anche alcuni uffici per l’anno, è dichiarata oggi monumento di antichità dal Ministero della Pubblica Istruzione, come pure quella dei SS. Nazzaro e Celso in Andrista”.