Chiesa di Sant’Agata (Caleppio, Settala)

Diocesi di Milano - chiesa parrocchiale - Lombardia

Settala - P.zza Repubblica - MI - 20090

02/9589000

Le informazioni riportate, in tutto o in parte, sono riprese da BeWeb, la banca dati dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI , implementata dalle diocesi e dagli istituti culturali che hanno concluso il rilevamento e la descrizione del patrimonio sul proprio territorio. Quanto pubblicato è da intendersi work in progress e pertanto non esente da eventuali suggerimenti per essere migliorato e reso più efficace.

XVI – Una chiesa di Sant’Agata a Caleppio è citata già nel Liber Notitiae di Goffredo da Bussero. L’edificio attuale fu costruito però qualche secolo dopo, tra il XVI e il XVII secolo, per poi essere ampliato e modificato nel corso dei secoli successivi. Dal resoconto della visita pastorale del 1602 si apprende come, a quella data, l’edificio fosse ritenuto “capace di popolo”. E’ probabile quindi che la costruzione fosse stata ingrandita e riadattata dopo il 1586, anno in cui l’arcivescovo Gaspare Visconti sancì l’autonomia della parrocchia di Sant’Agata da quella di Sant’Ambrogio di Settala.
1910 – Tra il 1910 e il 1911 la chiesa di Sant’Agata fu oggetto di una serie di interventi. Fu sostituito il pavimento e venne rinnovato il prospetto principale. In questa occasione furono murate le finestre in facciata e aperte quelle nelle pareti laterali.
Venne inoltre realizzata la decorazione interna ad opera del pittore Italo Martinenghi di Melegnano.

Nei dintorni