Chiesa di San Bartolomeo (Moggio)

Diocesi di Milano - chiesa sussidiaria - Lombardia

Moggio - Via S. Bartolomeo - LC - 23817

0341/996859

Le informazioni riportate, in tutto o in parte, sono riprese da BeWeb, la banca dati dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI , implementata dalle diocesi e dagli istituti culturali che hanno concluso il rilevamento e la descrizione del patrimonio sul proprio territorio. Quanto pubblicato è da intendersi work in progress e pertanto non esente da eventuali suggerimenti per essere migliorato e reso più efficace.

1757 – L’oratorio fu costruito tra il 1757 e il 1758 su iniziativa privata di Bartolomeo Combi. Il progetto fu approvato dalla curia il 21 maggio 1757 e l’8 agosto 1759 la stessa autorizzò il Prevosto di Primaluna a benedire il nuovo oratorio.
1871 – Il piccolo tempio rimase proprietà della famiglia Combi fino al 2 aprile 1871 quando i discendenti lo donarono alla Confraternita del Santissimo Sacramento di Moggio, che lo elesse a propria sede.
1872 – A seguito del passaggio di proprietà fu eseguita una campagna di restauro che portò alla chiusura dell’accesso secondario, che dava sulla proprietà Combi, e alla realizzazione dei nuovi altare e ancona marmorei
1975 – Dopo anni di trascuratezza nel 1975 si procedette con il restauro della copertura e del campanile a vela.
1982 – A causa dei rischi strutturali il campanile fu demolito e ricostruito.
1994 – Nel 1994 fu condotta una campagna di risanamento e restauro delle murature.
1994 – Vennero incaricati Ilaria Alborghetti e Pietro Conforti di affrescare la chiesa e si decise per una serie di medaglioni-ritratto affrescati.