Chiesa dei Santi Quirico, Giulitta e Biagio (Suello)

Diocesi di Milano - chiesa parrocchiale - Lombardia

Suello - P.zza Mons. Mauri Giovanni di Dio - LC - 23867

031/655604

Le informazioni riportate, in tutto o in parte, sono riprese da BeWeb, la banca dati dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI , implementata dalle diocesi e dagli istituti culturali che hanno concluso il rilevamento e la descrizione del patrimonio sul proprio territorio. Quanto pubblicato è da intendersi work in progress e pertanto non esente da eventuali suggerimenti per essere migliorato e reso più efficace.

1940 – La chiesa parrocchiale esistente venne ritenuta non più adatta ad accogliere i fedeli e venne decisa la costruzione di un nuovo edificio, poiché l’ampliamento non era fattibile per mancanza di spazi nell’area circostante. La costruzione del nuovo edificio ebbe inizio il 24 luglio 1940, su progetto dell’Ing. Giovanni Maggi, con la posa della prima pietra benedetta dal Cardinal Ildefonso Schuster. La costruzione fu completata nel 1943 ed il 17 luglio dello stesso anno, durante un bombardamento aereo su Milano, il Cardinal Schuster consacrò la nuova chiesa.
1951 – In occasione dell’ingresso di Don Mario Casati come nuovo Parroco vennero eseguiti alcuni interventi di ristrutturazione con la formazione di una nuova pavimentazione in marmo, la ristrutturazione dell’altare marmoreo e la collocazione del nuovo fonte battesimale, ad opera di Don Flavio Silva. Vennero inoltre posizionate le nuove vetrate.
1962 – A seguito delle indicazioni del Concilio Vaticano II, nel 1962 venne modificata la distribuzione del presbiterio ed in particolare vennero eliminate le balaustre e venne aggiunta la mensa, posizionata centralmente all’area, con paliotto in legno intarsiato con la raffigurazione dell’Ultima Cena. Vennero inoltre posizionate nella cappella della navata destra le statue provenienti dalla vecchia chiesa raffiguranti San Biagio, San Quirico e Santa Giulitta, oltre alla statua lignea della Madonna del Rosario posizionata nella nicchia della cappella della navata sinistra.
1982 – Vennero installate le nuove vetrate, ad opera del pittore Travi, con la raffigurazione degli Apostoli, dei Sacramenti, del Giudizio Universale e i Santi.
1993 – Vennero eseguiti interventi di ristrutturazione e consolidamento della chiesa, su progetto dell’arch. Arialdo Latocca, con l’inserimento della zoccolatura in beola in corrispondenza delle pareti perimetrali, del cornicione in gesso all’imposta della volta della navata centrale e i peducci sulle pareti laterali in corrispondenza degli appoggi delle arcate. Venne inoltre realizzato in corrispondenza dell’abside un mosaico raffigurante Cristo Redentore, opera del pittore Alessandro Nastasio. Per dare maggiore visibilità al mosaico venne asportato il tempietto con copertura piramidale a protezione del tabernacolo.