Chiesa di Sant’Anna (Besozzo Inferiore, Besozzo)

Diocesi di Milano - chiesa sussidiaria - Lombardia

Besozzo - Via Roma Besozzo Inferiore - VA - 21023

0332/770147

Approfondimenti su BeWeb

1903 – Nel 1903, il prevosto di Besozzo, don Vedani, avviò l’impresa per dotare l’abitato di Besozzo Inferiore di un luogo di culto. L’idea nasceva dalla necessità di soddisfare la frazione cresciuta, negli ultimi decenni del XIX sec., per l’insediamento di opifici e fabbriche. Il progetto fu affidato al parroco e architetto don Enrico Locatelli. Questi, a sua volta, si avvalse di due periti per studiare le migliori condizioni del nuovo tempio in relazione alla località. I tre stabilirono, infine, che era “impossibile la costruzione della chiesa se non elevandola sopra un sotterraneo” da destinare a oratorio, sopra il quale innalzare la costruzione vera e propria. Nel maggio di quell’anno, raccolte sottoscrizioni sufficienti (alcuni benemeriti sono ricordati da una lapide in controfacciata), fu avviato il cantiere del “sotterraneo”, lungo 32 metri, largo 15, alto quattro e illuminato da finestre circolari al di sopra della quota del terreno.
1903 – Il 1° novembre 1903 fu posta la prima pietra. Toccò al successore di don Vedani, don Enrico Merlotti, proseguire con l’impegnativa raccolta fondi e con il cantiere. Entro il giugno 1905 la chiesa era completata, dotata di oratorio sotterraneo, campanile e casa per il coadiutore. Il 30 luglio di quell’anno il complesso fu inaugurato dal cardinale Carlo Andrea Ferrari. Il 31 luglio furono anche benedette le campane, dedicate a sant’Anna, san Gioacchino e san Giovanni.
1906 – Tra 1906 e 1909 si diede mano alla costruzione delle cappelle laterali.
1941 – Nel 1941 il nuovo prevosto di Besozzo, don Filippo Malvestiti, inoltrò all’ufficio d’Arte Sacra della Diocesi di Milano il progetto di Aristide Albertella per la decorazione della chiesa (ASDMi, Arte Sacra, cart. 27, 1941, prat. 9/41).
1980 – La chiesa di Sant’Anna fu interessata da una campagna di lavori tra il 1980 e il 1981 che si rese possibile grazie all’“elargizione” di alcuni privati e la “generosità di tutti i besozzesi”, come si legge in una seconda iscrizione in controfacciata e come hanno precisato recenti ricostruzioni cronologiche delle fasi edilizie (Cestarollo, Fedeli). La costruzione, infatti, necessitava di interventi statici per alcuni cedimenti nella soletta del pavimento. Fu l’occasione per una vera e propria campagna di rivisitazione degli spazi e dei riti, con posa di un impianto di riscaldamento a pavimento e di una nuova pavimentazione, riorganizzazione dell’altare maggiore in omaggio alle norme post-conciliari, coordinamento estetico degli altari laterali alla riformata area presbiteriale, creazione di una nuova sacrestia e, infine, costruzione del portichetto esterno.
2000 – Nel 2000, in concomitanza con il ripristino delle coperture, un intervento di restauro conservativo ha interessato le superfici intonacate esterne e interne e il campanile.

Nei dintorni

Besozzo - Via S. Antonio - VA - 21023
Besozzo - Via Lago - VA - 21023
Bregano - Via al Santuario, 36 - VA - 21020
Gavirate - Piazza S.Giovanni - VA - 21026
Leggiuno - Via S.Primo,5 - VA - 21038
Chiesa di Sant’Antonio (Besozzo)
Besozzo - Via S. Antonio - VA - 21023
Chiesa della Natività di Maria (Bogno, Besozzo)
Besozzo - Via Lago - VA - 21023
Chiesa di Santa Maria Assunta (Bregano)
Bregano - Via al Santuario, 36 - VA - 21020
Chiesa di San Giovanni Evangelista (Gavirate)
Gavirate - Piazza S.Giovanni - VA - 21026
Chiesa dei Santi Primo e Feliciano (Leggiuno)
Leggiuno - Via S.Primo,5 - VA - 21038