Chiesa di Santa Maria Assunta (Valtorta)

Diocesi di Bergamo - chiesa parrocchiale - Lombardia

Valtorta - BG - 24010

0345/87731

Approfondimenti su BeWeb

XII – l’ antica chiesa battesimale dedicata a S. Maria si rende indipendente dall’arcipresbiteriale di S. Pietro di Primaluna, in Valsassina, e rimane sotto la giurisdizione dell’arcivescovo di Milano
1230 – consacrazione in data 5 febbraio, festa di S Agata, della nuova chiesa, eretta nello stesso luogo di quella demolita e ancora dedicata a S. Maria
1450 – nuova consacrazione della chiesa per mano del cardinale Stefano Nandini in data primo agosto, a seguito di una generale ricostruzione
1529 – ristrutturazione generale dell’edificio sacro
1566 – S. Carlo Borromeo visita l’antica chiesa di S. Maria Assunta in data 23 e 24 ottobre. Il cardinale viene accolto dal parroco Battista Regazzoni e trova la chiesa “abbastanza bella e decorata”, l’altare maggiore “che ha una bella pala” e altri tre altari: quello di S Biagio, del SS. Sacramento e di S. Sebastiano e S. Rocco. Il campanile ha due campane. S. Carlo raccomanda la dotazione per la chiesa di un fonte battesimale e la sistemazione del cimitero esterno alla chiesa
1588 – il covisitatore delegato di S. Carlo Borromeo, monsignore Giovanni Maria Massio, visita l’antica chiesa di S. Maria Assunta in data 11 luglio. Si prescrive di dotare tassativamente entro sei mesi la chiesa di fonte battesimale, di chiudere con portale e portico l’ingresso della chiesa
1761 – cardinale di Milano Pozzobonelli, in visita pastorale e per la consacrazione della chiesa di Ornica e Cusio, approva il progetto di una nuova chiesa, studiata dall’ing. Antonio Urbani, che però non viene realizzata
1786 – l’ autorità pontificia, con atto del 13 novembre, autorizzava la procedura di passaggio della parrocchia della Santisima Assunzione di Valtorta dalla pieve milanese di Primaluna alla diocesi di Bergamo
1789 – costruzione del nuovo campanile in sostituzione di quello antico
1898 – costruzione della nuova chiesa per iniziativa del parroco don Stefano Gervasoni e su progetto dell’arch. Don Antonio Piccinelli. La prima pietra viene posta il 19 luglio
1903 – costruzione dell’altare maggiore
1907 – consacrazione, in occasione della visita pastorale del 21 luglio, per mano del vescovo di Bergamo Giacomo Maria Radini Tedeschi, accompagnato dal segretario Angelo Giuseppe Roncalli, futuro Beato Giovanni XXIII. Il vescovo celebra una messa solenne e benedice le quattro campane nuove, facendole calare a terra
1985 – restauro di due affreschi di S. Antonio abate e del Leone di S. Marco, posti sulla parete esterna della sagrestia, abside della chiesa preesistente
2013 – la chiesa è sottoposta ad interventi di manutenzione straordinaria

Nei dintorni

Lecco - Via Giovanni Amendola - LC - 23900
Lecco - Piazza P. Cristoforo, 7 - LC - 23900
Mello - SO - 23010
Chiesetta del Caleotto (Lecco)
Lecco - Via Giovanni Amendola - LC - 23900
Chiesa di San Gregorio (Pescarenico, Lecco)
Lecco - Piazza P. Cristoforo, 7 - LC - 23900
Chiesa di San Fedele (Mello)
Mello - SO - 23010