Chiesa di San Giulio alla Massina (Massina, Cislago)

Diocesi di Milano - chiesa sussidiaria - Lombardia

Cislago - Piazza Manzoni - VA - 21040

02/96380242

Le informazioni riportate, in tutto o in parte, sono riprese da BeWeb, la banca dati dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI , implementata dalle diocesi e dagli istituti culturali che hanno concluso il rilevamento e la descrizione del patrimonio sul proprio territorio. Quanto pubblicato è da intendersi work in progress e pertanto non esente da eventuali suggerimenti per essere migliorato e reso più efficace.

1833 – Le fonti datano al periodo 1833-1836 la costruzione dell’edificio, grazie alla volontà testamentaria espressa nel 1831 dalla marchesa Maria Ciceri vedova di Daniele Ala Ponzone, ricordata anche da una lapide posta in controfacciata. Il nuovo edificio a pianta ottagonale in forme neoclassiche sostituiva una preesistente chiesa, documentata almeno dal XVI sec.. Si trattava di un piccolo oratorio dedicato a S. Giulio abate, ad aula rettangolare, con una porta e due finestre in facciata, dotato di un altare con dipinto di Maria, costruito dalla famiglia De Caimis (o Caimi) di Turate, intestataria di terreni e cassine della Massina.
1925 – Una fase di completamento della decorazione interna ebbe luogo tra il 1925 ed il 1929.
1933 – Il campanile fu dotato di un nuovo concerto di campane, realizzate dalla ditta Bianchi di Varese
1943 – Sostituzione integrale dell’ originario manto di copertura in rame, ormai degradato, con lastre d’ardesia, su richiesta dell’architetto Ugo Zanchetta
2002 – Restauro della copertura che ha comportato la sostituzione delle lastre d’ardesia poste nel 1943 con un manto di copertura in rame