Chiesa di Maria Vergine di Monte Castello (Tignale)

Diocesi di Brescia - chiesa sussidiaria - Lombardia

Tignale - BS - 25080

0365/73020

Approfondimenti su BeWeb

IX – Vi era anticamente un luogo di culto, di dimensioni minori, attestato al IX secolo, dove oggi sorge il santurario.
XIV – Si presume che il santuario possa essere stato costruito come tale nel XIV secolo, nell’intorno di una immagine trecentesca dedicata alla Madonna.
XV – Il Santuario è attestato nel XV secolo in alcuni documenti, tra cui delle bolle papali, come luogo di pellegrinaggio.
1458 – Viene realizzato un affresco nel locali inferiori del santuario, riportante la data del 1458; probabilmente questi locali erano la chiesa costruita originariamente.
XVI – Il santuario viene ristrutturato nel XVI secolo.
1599 – Viene realizzata la monumentale scalinata di accesso a due rampe.
XVII – Il santuario viene ampliato assumendo la conformazione attuale nel corso del XVII secolo.
XVII – Viene realizzato l’apparato decorativo ad affresco ad opera di Giovanni Andrea Bertanza.
XVII – Viene realizzata la cupola verso la metà del XVII secolo.
1634 – Andrea e Gaspare de Croppis realizzano la decorazione a stucco del coro della chiesa.
1634 – Vengono realizzate le decorazioni in stucco dei quattro medaglioni ad opera della scuola di Davide Reti.
1671 – La chiesa viene completata nel 1671.
1679 – Viene restaurato l’organo della chiesa, posto sulla sinistra del presbiterio.
1694 – Vengono realizzate le decorazioni realtive all’altare maggiore ad opera di Giulio e Domenico Bezzi.
XVIII – Viene realizzato l’apparato decorativo della navata all’inizio del XVIII secolo.
1785 – A partire dal 1785 la parrocchia di Tignale, tra cui il santuario, divengono di competenza della Diocesi di Brescia.
XIX – Viene restaurato l’affresco trecentesco della Vergine Maria ad opera del pittore Giuliano Volpi, verso la fine del XIX secolo.
XIX – Vengono realizzati gli affreschi dei quattro evangelisti ad opera dell’artista Bertolotti, verso la fine del XIX secolo.
1843 – Nel XIX secolo viene realizzato l’organo ad opera di Giovanni Tonoli; in questa fase viene riutilizzato del materiale fonico più antico.
XX – L’organo subisce alcuni interventi di ristrutturazione e modifiche nel corso del XX secolo.
1903 – Viene rifatta la facciata del santuario, ad opera del Cozzaglio; in questa fase vengono inseriti gli archetti e vengono realizzate delle strutture di sostegno per la muratura esistente.
1904 – Nel 1904 l’immagine sacra della Madonna viene incoronata.
1909 – Viene realizzato il consolidamento del santuario ad opera del geometra Niccolò Fortini.
1949 – Viene realizzato un restauro dell’immagine mariana trecentesca ad opera di Mario Pescatori.
1949 – Il santuario viene ristrutturato.
1981 – Vengono restaurati gli affreschi del presbiterio ad opera del pittore Albino Ranesi.
2007 – Il santuario viene restaurato interamente.

Nei dintorni

Tremosine - Via G. Tavernini - BS - 25010
Gargnano - S. Valentino - BS - 25084
Limone sul Garda - Oliveto - BS - 25010
Chiesa di Sant’Ercolano Vescovo (Campione sul Garda, Tremosine)
Tremosine - Via G. Tavernini - BS - 25010
Chiesa di San Valentino (Gargnano)
Gargnano - S. Valentino - BS - 25084
Chiesa di San Pietro in Vinculis (Limone sul Garda)
Limone sul Garda - Oliveto - BS - 25010