Chiesa del Patrocinio di Maria Vergine (Quinzano d’Oglio)

Diocesi di Brescia - chiesa sussidiaria - Lombardia

Quinzano d'Oglio - BS - 25027

030/9923777

Approfondimenti su BeWeb

XVI – Nel 1589 fu concessa un’indulgenza di dieci anni alla pieve della Natività della Beata Maria Vergine, il giorno della Natività di Maria: la notizia proviene dal Pizzoni che aggiunge che cinque anni dopo, nel 1594, il prevosto Manzini fece restaurare il muro occidentale della chiesa, migliorando quindi le condizioni dell’edificio che nel 1599 fu arricchito di un santuario.
XVII – Sul finire del XVII secolo, stando alla testimonianza di Giovanni Gandini nel suo Alveario Cronologico, il santuario della Madonna era decorato a stucco, oro e pittura.
XVIII – Gli ultimi anni del XVIII secolo sono ben documentati attraverso le note di spesa di un registro conservato presso l’archivio parrocchiale. Il santuario venne interessato da interventi, culminati con la grande festa in onore della Madonna, celebrata il 18 agosto 1799. Tra il marzo e il maggio del 1788 veniva sistema il tetto del fabbricato. Tra l’ottobre del 1797 e il maggio del 1798 sono, invece, documentati ulteriori lavori di restauro: il disegno fu affidato a Bortolo Gandaglia.
XIX – Lavori al santuario furono avviati da don Cesare Bertolotti e furono inaugurati il 21 novembre 1886.
XX – Angelo Locatelli, su don Giulio Donati parroco di Quinzano d’Oglio, scrive: “entro dicembre [1906] aveva già provveduto a far reintonacare le pareti delle due chiese cimiteriali che in alcuni punti risultavano malridotte…”. Ancora nel 1936 il prevosto Donati riferiva che alcune persone proponevano di abbellire il presbiterio del santuario, ma solo nel luglio del 1938 fu possibile avviare i lavori. I lavori furono eseguiti dal pittore Giuseppe Trainini: accanto alla porta maggiore, sotto il protiro, furono dipinte le figure di San Francesco d’Assisi e di Santa Caterina da Siena, dichiarati patroni d’Italia da Pio XII.
XX – Un incidente è all’origine dei lavori di restauro del 1987 nel santuario: la notte tra il primo e il 2 novembre, il grande numero di ceri accesi all’interno dell’edificio prendeva fuoco sviluppando un denso fumo nero che si depositava sulle pareti e sulle decorazioni a stucco della volta. I danni sono stati riparati dietro impulso del prevosto don Bruno Messali. L’inaugurazione dei restauri è avvenuta il 31 maggio 1988.

Nei dintorni

Quinzano d'Oglio - BS - 25027
Quinzano d'Oglio - Castelletto - BS - 25027
Borgo San Giacomo - Via Arciprebenda 1 - BS - 25022
San Paolo - Via Petronace 1 - BS - 25020
Borgo San Giacomo - Via Chiesa 2 - BS - 25022
Chiesa di San Rocco (Quinzano d’Oglio)
Quinzano d'Oglio - BS - 25027
Chiesa della Visitazione di Maria Vergine (Quinzano d’Oglio)
Quinzano d'Oglio - Castelletto - BS - 25027
Chiesa di San Giacomo Maggiore Apostolo (Borgo San Giacomo)
Borgo San Giacomo - Via Arciprebenda 1 - BS - 25022
Chiesa di San Paolo Apostolo (San Paolo)
San Paolo - Via Petronace 1 - BS - 25020
Chiesa di San Martino Vescovo (Farfengo, Borgo San Giacomo)
Borgo San Giacomo - Via Chiesa 2 - BS - 25022