Santuario Santa Maria del Lavello


You are here:
Via Padri Serviti, 1 - Calolziocorte

Descrizione

Nel luogo in cui sorge il Santuario verso il 100 c’era una fortezza, che venne in seguito distrutta (1373). E’ probabile infatti che la Chiesa si S. Maria del Lavello nasca e si sviluppi a partire dalla cappella del castello, sopravvissuta alla distruzione, in cui non fu più officiata alcuna funzione per parecchi anni. Un eremita andò per ricostruire e ripredenere le funzioni religiose richieste dai numerosi pellegrini. Mentre stava lavorando vide sgorgare una sorgente di acqua che si rivelò miracolosa: era il 25 aprile 1480. Venne costruita una cappella, che si rivelò ben presto insufficiente. In seguito fu eretto il Santuario, consacrato nel 1490. Accanto al Santuario c’era un antico Monastero, affidato ai Servi di Maria. Il Santuario Il blocco più antico corrisponde alla parte centrale dell’attuale Chiesa: qui si osserva un vano rietrante che potrebbe coincidere con l’abside dell’antico Santuario, ricostruito nel 1490 sulla cappella appartenuta al castello. Nel XVI secolo fu costruito il Monastero. La Chiesa è stata affrescata da artisti del ‘400-‘500. La maggior parte sono ignoti. Si conosce il nome del Formelli, autore dell’affresco della Crocifissione. Poichè il Santuario fu usato durante la peste come lazzaretto, gli affreschi furono coperti di calce. Si sta cercando ora di recuperarli.

Curiosità