Chiesa di Sant’Andrea Apostolo (Villa d’Adda)

Diocesi di Bergamo - chiesa parrocchiale - Lombardia

Villa d'Adda - via del Borgno n.2 - BG - 24030

035/792115

Approfondimenti su BeWeb

1397 – nella campagna di Villa d’Adda, un po’ fuori mano, esiste tuttora la vecchia chiesa parrocchiale che una nota d’archivio vuole consacrata nel lontano 1397. Venne abbandonata nel 1755 e tolta al culto nel 1940
1736 – l’esigenza di costruire una nuova chiesa parrocchiale venne maturata dalla comunità, durante un minuzioso sindacato svoltosi il 22 gennaio 1736. I motivi per la quale venne richiesta l’erezione di una nuova chiesa parrocchiale furono diversi: il bisogno di un luogo di culto adatto ad accogliere un numero di fedeli accresciuto in pochi anni e la collocazione poco agevole della vecchia chiesa, impossibile da ampliare a causa di una notevole instabilità strutturale. Il luogo scelto per l’erezione della nuova chiesa parrocchiale, rispondeva ai requisiti di massima visibilità e di distanza tra i nuclei abitati, infatti, tra tutte le zone capaci di ospitare la costruzione venne scelto lo “Zucolo”, luogo già conosciuto come “Piazza”. Il 6 agosto, si diede inizio alla costruzione della cinta di mura e alla posa della prima pietra, benedetta il 22 maggio 1737 dal Padre Missionario Raina
1738 – l’istituzione parrocchiale autorizzò l’8 novembre 1738, la Fabbriceria a versare nella cassa della fabbrica “l’avanzi della chiesa che aveva giacenti”. Da queste notizie risulta che i maggiori oneri economici ricaddero sull’iniziativa privata e in particolare su quella della nobiltà locale. All’atto dell’istituzione della chiesa, fu eletto a maggioranza il nobile Giovanni Finardi al quale si deve gran parte del sostegno per la realizzazione della costruzione; egli infatti promosse a sue spese la costruzione di una fornace utilizzata per la cottura dei materiali atti alla costruzione della chiesa, del campanile e di tutto ciò che serviva per il completamento dell’edificio
1755 – la benedizione della nuova chiesa avvenne nel 1755
1759 – la facciata venne completata nel 1759
1760 – in un contratto del 14 ottobre 1760, vengono elencate consistenti opere edilizie riguardanti lavori alla volta della sagrestia e del vano che la precede
1768 – vennero eseguiti gli affreschi della volta e costruito l’altare della Madonna
1810 – fu consacrata il 7 ottobre 1810 dal vescovo Gian Paolo Dolfin che le trasferì l’antico titolo di Sant’Andrea Apostolo
1817 – il campanile neoclassico fu innalzato nel 1817 con la materiale sottratto alla torre della vecchia chiesa parrocchiale
1836 – un concerto di otto campane, fuso dalla ditta Barigozzi di Milano, consacrato dal vescovo Carlo Gritti Morlacchi nel 1836, venne reintegrato dopo la spogliazione bellica dStrisciaalla ditta angelo otto Lina.Ultimamente esso venne rifuso dalla ditta Paolo capanni Nell’attuale nuovo concerto in “la gr.” Che fu consacrato dall’arcivescovo clemente Gaddi il 4 dicembre 1966
1861 – la chiesa è sottoposta ad un generale intervento di restauro
1938 – Il 26 giugno 1938, Il vescovo Adriano Bernareggi vi consacrava la nuova mensa dell’altare maggiore, riponendovi le reliquie dei santi Andrea, Lorenzo e Alessandro
1977 – l’ esterno venne accuratamente restaurato sotto la direzione dell’architetto Vico Brambilla
2004 – le coperture sono interessate da un intervento di manutenzione straordinaria

Nei dintorni

Via Madonna del Bosco, 4, 23898 Imbersago Lecco, Italia
Merate - P.zza S. Pietro, 5 - LC - 23807
Olgiate Molgora - via Roma - LC - 23887
Torre Dè Busi - LC - 23806
Santuario della Madonna del Bosco (Imbersago)
Via Madonna del Bosco, 4, 23898 Imbersago Lecco, Italia
Chiesa di San Pietro Apostolo (Sartirana, Merate)
Merate - P.zza S. Pietro, 5 - LC - 23807
Chiesa dell’Assunta (Olgiate Molgora)
Olgiate Molgora - via Roma - LC - 23887
Chiesa di Santo Stefano (Torre Dè Busi)
Torre Dè Busi - LC - 23806