Chiesa di Santa Maria Maddalena (Vimercate)

Diocesi di Milano - chiesa parrocchiale - Lombardia

Vimercate - Via Velasca 39 - MI - 20871

039/669608

Le informazioni riportate, in tutto o in parte, sono riprese da BeWeb, la banca dati dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI , implementata dalle diocesi e dagli istituti culturali che hanno concluso il rilevamento e la descrizione del patrimonio sul proprio territorio. Quanto pubblicato è da intendersi work in progress e pertanto non esente da eventuali suggerimenti per essere migliorato e reso più efficace.

1626 – A metà del 1626 a spese di Francesco Litta, venne costruito un piccolo oratorio e una chiesetta nella piccola frazione di Velasca. Si ha testimonianza della presenza della chiesa per le visite pastorali del 1643. La chiesa inizialmente aveva dimensioni ridotte circa 8,40 metri per 4,20 metri.
1913 – Il 22 marzo del 1913 venne messa in opera la prima pietra dela nuova chiesa da parte di Sua Eminenza Cardinal Ferrari su progetto dell’architetto ingegnere padre Carmelo Angiolini. La chiesa venne costruita in un anno e nel 1914 venne celebrata la prima messa da don Giovanni Cacciamognaga.
1940 – Nel 1940 la nuova chiesa venne consacrata dal Cardinale Shuster, Arcivescovo di Milano che celebrò la prima santa messa sul nuovo altare.
1961 – Il nuovo parroco Gesuino Locatelli fece una serie di opere per il rinnovamento della chiesa e per l’adeguamento alle indicazioni del Concilio Vaticano II, costruendo un nuovo altare più vicino alla navata centrale, rinnovando le balaustre e il pavimento dell’altare. Venne costruita una cappella per l’altare della Madonna del Rosario e due nicchie laterali per il Battistero ed il confessionale al fine di rendere la chiesa più libera. Don Gesuino fece inoltre decorare le pareti interne della chiesa su progetto del professor Dossena di Milano, e fece installare nuove vetrate colorate riportanti i sette sacramenti della fede cattolica.
1976 – Don Agostino Gerosa, provvedette al rinnovamento dei tetti e al rifacimento completo della cappella della Madonna della Vergine. Inoltre vennero rinnovati i confessionali, e rifatto l’impianto di illuminazione e di amplificazione. Inoltre ci fu il rifacimento delle decorazioni sulle pareti interne.