Chiesa di San Vittore Martire (Varese)

Diocesi di Milano - chiesa parrocchiale - Lombardia

Varese - Piazza Canonica, 8 - VA - 21100

0332/236019

https://santantonioabatevarese.it/

Le informazioni riportate, in tutto o in parte, sono riprese da BeWeb, la banca dati dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI , implementata dalle diocesi e dagli istituti culturali che hanno concluso il rilevamento e la descrizione del patrimonio sul proprio territorio. Quanto pubblicato è da intendersi work in progress e pertanto non esente da eventuali suggerimenti per essere migliorato e reso più efficace.

993 – La più antica testimonianza documentaria dell’esistenza della pieve di San Vittore di Varese si trova in una pergamena del 993.
1542 – Il presbiterio fu eretto nel 1542.
1567 – Nel 1567 San Carlo Borromeo, a seguito di una visita pastorale, ordina l’ampliamento della struttura, terminato nel 1580 su progetto di Pellegrino Pellegrini.
1589 – Tra il 1589 e il 1625 si costruì il tiburio su progetto di Giuseppe Bernascone.
1617 – Il campanile, alto 77 metri, fu progettato da Giuseppe Bernascone. La sua costruzione iniziò nel 1617 e, dopo una lunga sosta, i lavori ripresero nel 1688. La costruzione terminò nel 1774 sotto il controllo di Giulio e Giuseppe Baroffio.
1675 – Nel 1675 Giovanni Ghisolfi affrescò la volta interna con la Gloria di San Vittore.
1692 – Nel 1692 Salvatore Bianchi realizzò tre grandi affreschi nel coro raffiguranti scene del martirio di S. Vittore.
1788 – Tra il 1788 e il 1791 avvenne il rifacimento della facciata da parte dell’architetto Leopoldo Pollack.
2021 – Nel 2021 hanno inizio i lavori di restauro del campanile.