1233 – La chiesa di San Martino viene citata per la prima volta in un documento del 1233. La sua facciata presentava due affreschi raffiguranti San Martino e San Cristoforo.
1568 – A seguito delle visite pastorali di S. Carlo Borromeo si decise tra il 1568 e il 1574 di unire l’esistente convento a locali adiacenti. In quest’occasione la chiesa fu sopraelevata e si aprirono finestre più ampie.
1600 – Nel 1600 fu terminato il campanile di cui oggi non rimane traccia.
1722 – Tra il 1722 e il 1723 la chiesa fu internamente decorata da Giacomo e Antonio Giovannini, da Giovanni Antonio Speroni, dal Magatti e da Francesco Maria Bianchi.
1798 – Nel 1798 il convento fu chiuso e la chiesa di S. Martino fu utilizzata prima come deposito militare e successivamente come fienile.
1858 – Nel 1855 un incendio provocò gravi danni agli affreschi. Questi furono riparati nel 1858 con un restauro promosso dal Prevosto Crespi.
1858 – Nel 1858 la chiesa tornò ad essere un luogo di culto.
1932 – Nel 1932 fu condotto un restauro dell’edificio.
1969 – Nel 1969 ebbe luogo un ulteriore restauro. Nello stesso anno si operò un rifacimento dell’area presbiteriale.

Nei dintorni

Varese - Via Marzorati, 5 - VA - 21100
Viale del Santuario, Via Prima Cappella, 21100 Varese VA
Visita guidata
Varese
28,00€
Lozza - Via Cesare Battisti - VA - 21040
Visita guidata
Varese
20,00€
Chiesa di Sant’Antonio di Padova (Rione Brunella, Varese)
Varese - Via Marzorati, 5 - VA - 21100
Sacro Monte di Varese – Le Cappelle ed il Santuario di Santa Maria del Monte ( VARESE)
Viale del Santuario, Via Prima Cappella, 21100 Varese VA
Chiesa della Madonna in Campagna (Lozza)
Lozza - Via Cesare Battisti - VA - 21040