Chiesa della Madonna della Misericordia (Vedano al Lambro)

Diocesi di Milano - chiesa sussidiaria - Lombardia

Vedano al Lambro - MI - 20057

039/492744

Le informazioni riportate, in tutto o in parte, sono riprese da BeWeb, la banca dati dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI , implementata dalle diocesi e dagli istituti culturali che hanno concluso il rilevamento e la descrizione del patrimonio sul proprio territorio. Quanto pubblicato è da intendersi work in progress e pertanto non esente da eventuali suggerimenti per essere migliorato e reso più efficace.

XV – Un tabernacolo viene costruito nel luogo in cui le popolazioni vicine in fuga da una pestilenza ebbero una visione della Madonna col Bambino. Notizia tramandata da tradizione popolare.
XV – Il primo provvisorio tabernacolo è sostituito da una cappellina.
1500 – La cappellina viene ingrandita grazie a elemosine popolari. Una visita pastorale del 30 settembre 1576 è il primo documento certo. Si fa notare che sarebbe opportuno procedere ad un suo abbattimento. Anche la visita pastorale del 5 luglio 1579 condotta da S. Carlo rileva che l’ampliamento è ancora in corso e proibisce ogni celebrazione. Un’altra visita pastorale del 1596 la trova invece in condizioni di maggiore integrità.

XVIII – Viene realizzata la sacrestia, su terreno di proprietà Litta.
1896 – Viene affidato al pittore Luigi Tagliaferri la decorazione dell’abside e il rinfrescamento dell’antico affresco della Madonna col Bambino.
1913 – La chiesa viene innalzata, le finestre modificate, rinnovate le fondamenta, decorata la parte esterna, costruito il campanile. Lavori fatti eseguire dal parroco don Gerolamo Magnoni.
1942 – Viene rifatto l’altare, rinfrescate le pitture e i quadri, rifatto il tetto.
1983 – Nel 1983 viene posta una campana di maggiori dimensioni sul rifatto campanile. Nel 1984 viene ampliata l’aula con la costruzione di una navatella laterale sul fianco destro.
2007 – Viene effettuata la manutenzione delle coperture e rifatto l’impianto illuminotecnico