Chiesa della Beata Vergine delle Grazie (Zenna, Maccagno con Pino e Veddasca)

Diocesi di Milano - chiesa sussidiaria - Lombardia

Maccagno con Pino e Veddasca - Via Verbano - VA - 21061

0332/566217

Le informazioni riportate, in tutto o in parte, sono riprese da BeWeb, la banca dati dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI , implementata dalle diocesi e dagli istituti culturali che hanno concluso il rilevamento e la descrizione del patrimonio sul proprio territorio. Quanto pubblicato è da intendersi work in progress e pertanto non esente da eventuali suggerimenti per essere migliorato e reso più efficace.

1619 – “Non si è trovata traccia, nei documenti, della graziosa Cappelletta dedicata alla Madonna che si trova a Zenna”. Con queste parole Vittoria Rosti dichiarava, nel documentato studio sulle chiese di Pino e Tronzano, di non aver trovato cenni al piccolo edificio sacro nello spoglio delle visite pastorali nei luoghi, tra XVI e XVIII sec. V’è da concludere, che la chiesa della Beata Vergine, nella località di Zenna, sia stata costruita da parte di privati e che solo in epoca imprecisata pervenne alla parrocchia di Pino. In assenza di ogni riferimento, i caratteri stilistici e le tecniche costruttive inducono a ritenerla opera del XVII sec. avanzato, ma con una possibile fondazione (forse come semplice cappella aperta) da fissare al 1619. Questa, infatti, la data che compare su un affresco in controfacciata, sopra la porta d’ingresso, qui probabilmente trasportato da altra sede. Sul cartiglio si legge: Alessandro Sandrino / da Pino a fatto / fare l’anno 1619.
1946 – L’indomani della guerra, la piccola chiesetta fu interessata da un ingente intervento di restauro, con introduzione di numerose scene affrescate all’interno, ingenue, ma non prive di qualche valore artistico. La data si ricava da uno dei cartigli che accompagnano le immagini sacre. Si legge, infatti, in controfacciata, a sinistra della porta: ANNO / DOMINI / MCMXLVI; a destra: IN HONOREM / B.V. MARIAE / INSTAURATUM. Gli affreschi, di mano anonima, rappresentano scene della vita di Maria.
2016 – Nel 2016 le copertura della chiesa sono state sottoposte a restauro conservativo. Il cantiere è stato diretto dall’architetto Carolina Sangermani.

Nei dintorni

Itinerario
Milano
10,00€
viale Marco da Campione, 48– Campione d’Italia CO
Visita guidata
Varese
28,00€
Santuario di Santa Maria dei Ghirli (Campione d’ Italia)
viale Marco da Campione, 48– Campione d’Italia CO