Chiesa di Santa Maria delle Grazie (Gravedona)

Diocesi di Como - chiesa sussidiaria - Lombardia

Gravedona - CO - 22015

0344/85261

Le informazioni riportate, in tutto o in parte, sono riprese da BeWeb, la banca dati dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI , implementata dalle diocesi e dagli istituti culturali che hanno concluso il rilevamento e la descrizione del patrimonio sul proprio territorio. Quanto pubblicato è da intendersi work in progress e pertanto non esente da eventuali suggerimenti per essere migliorato e reso più efficace.

VI – Sul luogo ove si trova il complesso della chiesa di S. Maria delle Grazie e dell’annesso convento agostiniano (ora di proprietà comunale e in parte occupato dalla biblioteca) sorgeva sin dal secolo VI l’oratorio di S. Salvatore, che la tradizione vuole costruito da S. Prospero, Vescovo di Como (+ 565).
1467 – L’origine del complesso è da ricercarsi nel tardo Medioevo, più precisamente nel 1467 quando i Gravedonesi, con bolla di Papa Paolo III, lo costruirono con gli Eremitani di S. Agostino che vi rimasero fino alla soppressione del monastero, avvenuta nel 1772.
1474 – Nel 1474 Galeazzo Sforza, duca di Milano, contribuì finanziariamente alla fabbrica, che aveva avuto un inizio difficoltoso.
1496 – Tra il 1496 e il 1520 si realizzò il maggior impegno decorativo dell’interno, con successive fasi stilistiche: dagli episodi più tradizionali degli archi trasversali e della “Deposizione”, ai primi aggiornamenti in direzione bramantesca e leonardesca della “Vergine tra S. Pietro e S. Giovanni Battista” e della cappella di S. Antonio, fino alla decisa scelta bramantiniana dei cicli di “S. Giovanni Battista” e “S. Agata”.
1514 – Nel 1514 è documentata la presenza dello scalpellino Giovan Pietro da Musso per la realizzazione dei due portali in marmo di Musso di scuola rodariana che consentono l’ingresso in facciata e sul lato destro della chiesa.
1960 – Nel 1960 fu effettuato il rifacimento della copertura: sopra ogni travetto dell’orditura secondaria fu inchiodato un altro listello di legno su cui fu fissato l’assito di sacrificio dove furono inchiodate le piode “bergamasche”.
2006 – Nel 2006 sono stati rifatti i serramenti della chiesa.
2008 – Nel 2008 sono state restaurate le facciate est e nord ella chiesa.
2013 – In data 13.4.2013 sono iniziati i lavori di restauro conservativo della copertura della chiesa, terminati nell’ottobre 2013.

Nei dintorni

Gravedona - Via Garibaldi 1 - CO - 22015
Colico - Via Fiumiarga 67 - LC - 23823
Montemezzo - CO - 22010
Chiesa di San Vincenzo Martire (Gravedona)
Gravedona - Via Garibaldi 1 - CO - 22015
Chiesa di San Fedele (Laghetto, Colico)
Colico - Via Fiumiarga 67 - LC - 23823
Chiesa di San Martino (Montemezzo)
Montemezzo - CO - 22010