Chiesa di Santa Maria Assunta (Bordogna, Roncobello)

Diocesi di Bergamo - chiesa sussidiaria - Lombardia

Roncobello - piazza Santissimo Redentore - BG - 24010

035/552143

Approfondimenti su BeWeb

1396 – nel 1396 troviamo menzionata la chiesa, indicata solo come S. Giorgio, con citato anche il suo cimitero
1435 – la chiesa di S. Maria di Bordogna, smembrata da S. Martino oltre la Goggia ed eretta parrocchiale il 16 maggio 1435, fu consacrata dal vescovo Polidoro Foscari il 24 aprile 1447. Di quella chiesa esistono tutt’ora il piccolo campanile e frammenti di affreschi
XVI – nei primi anni del XVI secolo la chiesa subì lavori di abbellimento
1615 – si ingiunse di riparare entro sei mesi i canali del tetto, conformemente al decreto della Visita pastorale del 1587, per rimediare all’umidità, di sistemare il pavimento del presbiterio e di sistemare tutte le vetrate delle finestre
1648 – nel 1648 viene ordinato di livellare il pavimento, rifare alcune parti di soffitto
1699 – da una descrizione si evince che la chiesa nel 1699 aveva il tetto in travi e tavole, coperto da tegole e sostenuto da un arco, tre porte, con la maggiore verso ovest e le due laterali contigue verso nord, due finestre sopra le porte laterali ed un’altra semicircolare sopra la porta maggiore
1715 – l’attuale chiesa, iniziata nel 1715, venne ricostruita sullo stesso luogo, molto più ampia, demolendo la precedente
1737 – venne consacrata con il titolo di S. Maria Assunta dal vescovo Antonio Redetti il 23 giugno 1737
1804 – l’organo fu fabbricato dalla ditta Carlo Bossi circa nel 1804
1822 – nel 1822 venne deciso il rifacimento del suolo della chiesa, del presbiterio e della sagrestia con realizzazione di un pavimento a mosaico
1838 – nel 1838 venne imbiancata internamente e furono realizzati gli affreschi della volta
XX – le volute laterali furono realizzate nel XX secolo e le diedero un aspetto che richiama la parrocchiale di S: Filippo e S. Giacomo in Cerete alto
1906 – nel 1906 la chiesa viene descritta con un esterno in buone condizioni ma con gli interni bisognosi di restauri.
1922 – nel 1922 venne eseguiti lavori di restauro e in quell’occasione furono realizzate le decorazioni della volta e le medaglie dall’opera dell’artista Umberto Marigliani
1936 – nel 1936 vennero versate a Giuseppe Begnis, decoratore e verniciatore di Lenna soldi per la tinteggiatura della chiesa e per opere di verniciatura.
1938 – l’altare maggiore fu consacrato il 14 agosto dal vescovo Adriano Bernareggi, che vi sigillava le reliquie dei Santi Alessandro e Colombo.
1940 – egli anni 40 del XX secolo furono eseguiti alcuni restauri sia interni che esterni, con suggerimenti degli ingegneri Giovanni Audolj e Daniele Ruffinoni
1944 – nel 1944, visto il nuovo zoccolo, si dovette ritinteggiare internamente la chiesa, affidando l’opera a Paolino Giupponi di Piazza Brembana.
1945 – nel 1945 l’impresa Calegari con l’assistenza dell’ing. Galizzi curava il restauro della facciata
1958 – le vetrata istoriata alla finestra centrale venne realizzata nel 1958 dalla ditta Lindo Grassi di Milano
1965 – furono restaurati il tetto della sagrestia ed il sagrato, inoltre venne costruito un locale per un generatore d’acqua calda
1967 – l campanile quattrocentesco fu riparato nel 1967. Il campanile di cinque campane in “mi n.” già consacrato dal vescovo Carlo Gritti Morlacchi per il nuovo campanile, fu reintegrato dopo l’ultima guerra dalla ditta Dante d’Adda di Crema.
1977 – nel 1977 fu rifatto l’impianto elettrico
1986 – on decreto vescovile del 17 luglio 1986, le parrocchie di Santa Maria Assunta in Bordogna, San Giacomo Maggiore in Baresi e San Pietro e San Paolo Apostoli in Roncobello vennero accorpate con decorrenza dal 1 novembre seguente ed andarono a formare la nuova parrocchia del Santi Pietro, Paolo e Giacomo Apostoli e santa Maria Assunta con sede in Roncobello. La chiesa cessò così di essere parrocchiale
1993 – nel 1993 vennero effettuati lavori di restauro alla chiesa