Chiesa di San Giorgio Martire (Casatenovo)

Diocesi di Milano - chiesa parrocchiale - Lombardia

Casatenovo - Viale Parini 2 - LC - 23880

039/9204180

Le informazioni riportate, in tutto o in parte, sono riprese da BeWeb, la banca dati dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI , implementata dalle diocesi e dagli istituti culturali che hanno concluso il rilevamento e la descrizione del patrimonio sul proprio territorio. Quanto pubblicato è da intendersi work in progress e pertanto non esente da eventuali suggerimenti per essere migliorato e reso più efficace.

sec. XIV – Una cappella dedicata a s. Giorgio è citata nella Notitia Cleri Mediolanensis de anno 1398.
sec. XV – La chiesa è citata nello Status ecclesiae Mediolanensis anni 1466.
sec. XVI – La chiesa è citata nel Liber Seminarii Mediolanensis (1564) e poi nelle visite pastorali.
1562 – Viene restaurata e riconsacrata quella che doveva essere la chiesa di origine medievale ancora esistente, probabilmente per opera del rev. Adriano Crivelli.
1567 – Viene probabilmente rifatta una precedente torre campanaria di ridotte dimensioni, innalzandola fino ala modanatura di mattoni ancora visibile.
1635 – Il curato Gerolamo Mantegazza intraprende la costruzione di una nuova chiesa, cominciata il 13 settembre. Si trattava di un edificio ad aula unica e pianta a croce latina, con absidi semicircolari al termine della navata principale e dei bracci del transetto.
1672 – Viene realizzato l’oratorio pe l’omonima confraternita.
1674 – Vengono effettuati lavori di doratura dell’architrave della chiesa.
1681 – Viene commissionato un organo realizzato dal fabbricante milanese Michele Carbone.
1703 – Vengono realizzate le balaustre e i gradini.
1740 – Viene ulteriormente innalzata la torre campanaria, aggiungendo l’attuale castello.
1740 – Viene restaurata la torre campanaria in cattive condizioni.
1787 – Viene realizzata la sagrestia ancora esistente.
1808 – La chiesa attuale viene edificata.
1825 – Viene realizzata la decorazione pittorica da parte del pittore Giuseppe Lavelli.
1832 – Viene completato il pronao, iniziato nel 1823, con pavimento e gradinata.
1833 – Viene collocato un nuovo organo realizzato dalla famiglia Serassi di Bergamo.
1845 – Il castello campanario e il concerto di campane subiscono diverse opere di restauro.
1847 – Vengono realizzati gli altari per le cappelle interne.
1873 – Vengono collocate le statue nelle nicchie in facciata.
1895 – Viene realizzato il tempietto dell’altare maggiore, su progetto dell’arch. Gaetano Moretti e realizzazione dello scultore Lombardi.
1896 – Viene collocato un nuovo orologio sulla torre campanaria.
1903 – Viene realizzato uno zoccolo in marmo bardiglio e poste delle croci di marmo rosso dei Pirenei in occasione della consacrazione avvenuta il 14 maggio da parte del cardinal Ferrari.
1919 – Vengono realizzate nuove decorazioni pittoriche interne, affidate a Luigi Morgari di Torino e Giovanni Lamberti di Asti.
1936 – Viene rifatto e abbellito il battistero.
2008 – Viene rifatto il manto di copertura.
1992 – Viene rifatta la pavimentazione del sagrato e altre piccole opere di restauro.

Nei dintorni

Veduggio con Colzano - via Libertà, 43 - MI - 20050
Veduggio con Colzano - V.le Segantini, 14 - MI - 20050
Macherio - MI - 20050
Olgiate Molgora - via Roma - LC - 23887
Chiesa della Sacra Famiglia (Veduggio con Colzano)
Veduggio con Colzano - via Libertà, 43 - MI - 20050
Chiesa dell’Adorazione (Veduggio con Colzano)
Veduggio con Colzano - V.le Segantini, 14 - MI - 20050
Chiesa di San Cassiano (Macherio)
Macherio - MI - 20050
Chiesa dell’Assunta (Olgiate Molgora)
Olgiate Molgora - via Roma - LC - 23887