Chiesa di San Francesco d’Assisi al Fopponino


You are here:
LUN - SAB (8.30-12.00 / 16.00-19.00); DOM e feste precetto (8.00-12.30 / 16.00-19.30)
Via Paolo Giovio, 41 - Milano (MI)

Descrizione

La chiesa di San Francesco al Fopponino è indissolubilmente legata alla figura del Beato Giovanni Battista Montini (1897-1978), il quale ne promosse la costruzione nell’ambito della campagna “22 chiese per 22 concili”, avviata per celebrare l’apertura del Concilio Vaticano II e dotare la città, in rapida espansione, di nuovi luoghi di culto. Per questo grande progetto, Montini chiamò a raccolta i grandi architetti dell’epoca e per la chiesa di San Francesco al Fopponino, il progetto venne affidato, nel 1961, a Giò Ponti che ideò un edificio originale nelle forme, ponendolo in dialogo con l’antica chiesa dedicata ai Santi Giovanni Battista e Carlo al Fopponino (antico cimitero). L’edificio è caratterizzato da materiali innovativi e linee marcate che esaltano la geometria della struttura. Le finestre a cielo aperto che animano la facciata rappresentano un rimando diretto alle bifore a cielo delle chiese medievali del territorio milanese. All’interno, le forme richiamano gli ideali di semplicità ed essenzialità cari a San Francesco. Da non perdere il ciclo delle storie di San Francesco ad opera di Francesco Tabusso e le vetrate realizzate da Cristoforo De Amicis negli anni Settanta del Novecento.

Curiosità

La cerimonia di posa della prima pietra avvenne il 4 maggio del 1961, alla presenza del cardinal Montini e delle autorità. Tra i presenti anche il Sindaco di Assisi che portò in dono una pietra del monte Subasio perché fosse interrata insieme alla prima pietra: un gesto simbolico per sottolineare un legame ideale e spirituale con la città del santo. Per ben due volte il cardinal Montini fece visita al cantiere, precisamente il 25 giugno 1962 e il 20 aprile 1963.