Basilica di San Vittore ad Arsago Seprio


You are here:
LUN - VEN (8.00 - 12.00); SAB (8.00 - 12.00 e 15.00 - 19.00); DOM (8.00 - 12.00 e 15.00 - 19.00)
Via San Vittore, Arsago Seprio (VA)

Descrizione

Edificata nel XII secolo, presenta una facciata semplice, a salienti e ingentilita da una decorazione ad archetti pensili e da tre monofore che indirizzano la luce verso il presbiterio. Nella parte inferiore della facciata si conservale le tracce di un perduto portico ligneo esterno di cui si possono osservare i fori per i sostegni, disegnati da conci di pietra. Rimaneggiata più volte nel corso dei secoli, la basilica conserva, al suo interno, le testimonianze di una lunga storia, dall’epoca tardoantica al periodo altomedievale. Le forme attuali si devono in gran parte agli interventi del XII secolo. Le arcate della navata centrale sono sostenute alternativamente da massicci pilastri a pianta quadrata e da esili colonne, quasi tutte di epoca romana e di reimpiego. Le pareti, dipinte in epoca moderna, non conservano alcuna traccia di decorazione antica. La copertura è a capriate. A completare il complesso si trovano il Campanile e il Battistero, databili tra l’XI e il XII secolo, e caratterizzati dall’utilizzo di materiali di reimpiego, principalmente di origine romana. All’interno del battistero si possono ammirare i capitelli di epoca romanica raffiguranti elementi vegetali e creature animali.

Curiosità

Nel battistero si trovano numerosi materiali lapidei di epoca romana, impiegati nella costruzione. La lapide più curiosa, collocata sulla parete meridionale, risale al I secolo d.C. e ricorda il Pontifex Caio Gemellio Terzio, salito al massimo grado della gerarchia sacerdotale pagana.