Chiesa di San Vittore Martire (Albavilla)

Diocesi di Milano - chiesa parrocchiale - Lombardia

Albavilla - Via Mazzini 1 - CO - 22031

031/627471

http://www.parrocchiadialbavilla.it/

Le informazioni riportate, in tutto o in parte, sono riprese da BeWeb, la banca dati dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI , implementata dalle diocesi e dagli istituti culturali che hanno concluso il rilevamento e la descrizione del patrimonio sul proprio territorio. Quanto pubblicato è da intendersi work in progress e pertanto non esente da eventuali suggerimenti per essere migliorato e reso più efficace.

1398 – Una cappella dedicata a San Vittore Martire viene citata all’interno del No­titia Cleri Mediolanensis del 1398.
XVI – All’inizio del sec. XVI venne costruita una chiesa più ampia in adiacenza alla costruzione allora esistente.
1612 – La chiesa venne ritenuta inadeguata per l’accresciuto numero dei parrocchiani nel 1612, come indicato dal Cardinale Federico Borromeo nella relazione della Visita Pastorale, oltre ad invitare il parroco a procedere con progetto di ampliamento.
1705 – Nel 1705, a seguito dell’acquisto di un terreno adiacente, si iniziarono i lavori per la costruzione della nuova chiesa. Venne consacrata dal Cardinale Odescalchi nel 1727, anche se i lavori non erano del tutto terminati.
1898 – Nella visita pastorale del 1898, il Cardinale Ferrari, visto l’accresciuto numero dei fedeli, raccomandava caldamente che si provvedesse all’ingrandimento della chiesa.
1912 – Negli anni 1912 e 1913 vennero redatti progetti e pratiche; scartata una prima idea di costruire ex novo la parrocchiale, si decise per l’ampliamento della chiesa esistente. L’esecuzione fu affidata all’Impresa Costr. Edi­lizie Figli di P. Castelli di Siziano, sotto la direzione dell’Ing. Aliprandi di Bresso. I lavori ebbero inizio nella primavera del 1914 e la prima pietra fu benedetta il 7 dicembre dello stesso anno da Mons. Ciceri. I lavori proseguirono con celerità e nel gennaio 1916 cominciarono a celebrare. A partire dal 1921 si provvide alla decorazione della parrocchiale e nel settembre 1928 si inaugurarono gli affreschi da Mons. Marelli, vescovo di Bergamo, opera del pittore Beghè, al quale pure si devono i cartoni del Battesimo di Gesù nella cappella del Battistero, eseguito però dal pittore Fumagalli nel 1936.
1965 – Nel 1965 vennero eseguiti interventi di restauro e contestualmente venne sostituito l’affresco dell’abside, rappresentante la Sacra Famiglia, con la raffigurazione dell’Ascensione, eseguita dal prof. Con­coni di Como, oltre alla modifica parziale dell’Adorazione del Sacramento raffigurata in corrispondenza della sulla volta del presbiterio.
2008 – Nel 2008 vennero eseguiti alcuni intervento di risanamento con il rifacimento dell’impianto di riscaldamento, oltre alla modifica degli arredi liturgici.

Nei dintorni