Chiesa di San Siro Vescovo (Rota Imagna)

Diocesi di Bergamo - chiesa parrocchiale - Lombardia

Rota d'Imagna - BG - 24037

035/868027

Approfondimenti su BeWeb

1353 – la prima chiesa di Rota Fuori era tra le più antiche di tutta la diocesi, tantè che trova riferimenti storici anche la data di fondazione 1353, richiamata dalla iscrizione tardiva sopra il portale centrale, in quanto a quegli anni risale l’annessione del ducato di Bergamo
1511 – l’antica chiesa venne consacrata il l0 giugno 1511 dal vescovo Giustino Poliano
1575 – la chiesa è descritta da S.Carlo Borromeo, visitatore apostolico, il 14 ottobre 1575, come “sufficientemente ampia decorata ricca di pitture e con cinque altari”
1724 – la chiesa attuale fu iniziata nel 1724 e conclusa nel 1765 su aereo poggio verso la valle
1744 – il celebre arch. Giacomo Quarenghi nativo di Rota venne battezzato in questa chiesa come certifica la registrazione dell’archivio parrocchiale nel 1744
1859 – l’organo venne realizzato dai fratelli Serassi nel 1859
1861 – la chiesa venne consacrata il 16 luglio 1861 dal vescovo Pier Luigi Speranza che le confermò l’antico titolo di S. Siro vescovo
1898 – il concerto di otto campane fu benedetto dal vescovo Gaetano Camillo Guindani nel 1898
1906 – nel 1906 la chiesa subì un importante intervento di restauro sotto la direzione dell’architetto Ernesto Pirovano
1951 – dopo l a requisizione del 1942 le campane preesistenti vennero sostituite con le attuali otto campane in “si b.” fuse dalla ditta Angelo Ottolina e consacrate dal vescovo Adriano Bernareggi il 16 agosto 1951
1973 – nel 1973 la Poliarte di Verona rinnovò tutte le vetrate secondo i cartoni di Giacomo Marra e nel 1974 il decoratore Antonio Pasinetti rinnovò la tinteggiatura generale e gli ori, mentre l’impresa Marmi Carlo Comana ristrutturava il presbiterio per l’adeguamento alle nuove norme liturgiche
1995 – nel 1995 si procedette con le opere di rifacimento della copertura con pietra di Carona a sostituzione delle antiche ”piode”, conservate sul timpano di testa, e venne realizzata anche la coperta in rame della corona dell’attuale campanile
1995 – oltre al rifacimento della copertura si procedette con il restauro delle facciate, durante i lavori vennero riscoperti, sotto il portico di entrata, gli affreschi del XV secolo e l’antico portale romanico
1999 – negli anno dal 1999 al 2001 venne eseguito il recupero ed il restauro degli affreschi esterni ed interni, ed infine venne realizzata la pavimentazione del sagrato in acciottolato lavorato di sasso locale

Nei dintorni

Torre Dè Busi - LC - 23806
Lecco - Piazza P. Cristoforo, 7 - LC - 23900
Lecco - Via Giovanni Amendola - LC - 23900
Chiesa di Santo Stefano (Torre Dè Busi)
Torre Dè Busi - LC - 23806
Chiesa di San Gregorio (Pescarenico, Lecco)
Lecco - Piazza P. Cristoforo, 7 - LC - 23900
Chiesetta del Caleotto (Lecco)
Lecco - Via Giovanni Amendola - LC - 23900