Chiesa di San Martino Vescovo (Carnago)

Diocesi di Milano - chiesa parrocchiale - Lombardia

Carnago - P.zza S. Giovanni Bosco, 4 - VA - 21040

0331/993100

Le informazioni riportate, in tutto o in parte, sono riprese da BeWeb, la banca dati dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI , implementata dalle diocesi e dagli istituti culturali che hanno concluso il rilevamento e la descrizione del patrimonio sul proprio territorio. Quanto pubblicato è da intendersi work in progress e pertanto non esente da eventuali suggerimenti per essere migliorato e reso più efficace.

XIII sec. – L’esistenza dell’edificio è attestata nel XIII dal repertorio di Goffredo da Bussero.
XV sec. – Nel corso del Quattrocento la nobile famiglia locale Macchi fa costruire la cappella della concezione di Maria Vergine.
1566 – La prima descrizione dettagliata dell’edificio si ha nel 1566 ad opera dell’inviato di San Carlo, Padre Leonetto Clivone.
1570 – Tra il 1570 e il 1582 viene edificata e affrescata la cappella del battistero e vengono ricostruite le due cappelle laterali dedicate alla Natività e alla Concezione di Maria.
1582 – Tra il 1582 e il 1606 l’interno della chiesa viene tinteggiato coprendo le antiche pitture comprese quelle dell’abside maggiore ad esclusione della Madonna dell’Uscio.
1596 – Nel 1596 vengono aperte le due porte laterali della facciata.
1618 – Nel 1618 la chiesa viene dotata di un organo fisso.
1622 – Il 4 luglio 1622 viene intrapresa la costruzione della torre campanaria.
1622 – All’inizio degli anni Venti del ‘600 la chiesa è oggetto di importanti interventi che portano al completamento del campanile, alla ricostruzione del coro e all’edificazione di nuove cappelle.
1855 – Tra il 1855 e il 1858 la chiesa viene ampliata su progetto dell’architetto Giacomo Moraglia, i lavori consistono nell’allungamento della navata, nella costruzione di due nuove cappelle e della nuova facciata. Viene inoltre costruita una sacrestia e un raccordo esterno tra le cappelle esistenti. All’interno poi il Moraglia conduce un intervento di uniformazione stilistica delle decorazioni. L’edificio rinnovato viene consacrato il 9 ottobre 1858.
1884 – Nel 1884 viene chiamato a dipingere l’interno della chiesa il pittore Gian Maria Tagliaferri di Pagnona in Valsassina.
1888 – Nel 1895 si concludono i lavori di completamento e innalzamento del campanile progettati dall’arch. Alfonso Parrocchetti.
1939 – Nel 1939 vengono realizzate le vetrate dell’abside.
1939 – Nel 1939 viene sottoposto a restauro l’affresco della Madonna dei Miracoli.
1970 – Nei primi anni Settanta del 900 viene restaurata la facciata.
1997 – Nella seconda metà degli anni 90 del Novecento sono stati condotti interventi di risanamento e restauro degll’interno contrastando i fenomeni di umidità nell’abside. E’ stato ricomposto l’altare precedentemente smontato, sono state restaurate le superfici della navata e delle cappelle laterali, è stata rifatta la pavimentazione ed è stato realizzato il nuovo arredo liturgico.

Nei dintorni

Cavaria con Premezzo - via S. Rocco - VA - 21044
Itinerario
Castiglione Olona
10,00€
Piazza Garibaldi, Castiglione Olona, VA, Italia
Visita guidata
Varese
16,00€
Visita guidata
Varese
20,00€
Chiesa di San Rocco (Cavaria con Premezzo)
Cavaria con Premezzo - via S. Rocco - VA - 21044
Visita all’Isola di Toscana in Lombardia
Castiglione Olona
10,00€
Chiesa del Santissimo Corpo di Cristo (Castiglione Olona)
Piazza Garibaldi, Castiglione Olona, VA, Italia